Alessandra Giannini

Alessandra Giannini, autoscatto con felpa e cappuccio e occhiali da Hipster

Alessandra Giannini una cittadina come tante, forse un po’ più indignata.

Sono candidata a Consigliere Comunale nella lista civica Firenze a sinistra con Tommaso Grassi.
Ho sempre visto la politica dal basso e sono stata per lungo tempo precaria nella Ricerca e spesso disoccupata, non sono figlia di persone famose o facoltose e non ho nessun interesse di tipo personale a candidarmi come Consigliere Comunale a Palazzo Vecchio.
Nata e cresciuta in San Niccolò, sono un tecnico delle industrie elettroniche specializzato in dispositivi al diamante per applicazioni spaziali e mediche, ma la mancanza di fondi per finanziare la Ricerca mi ha fatto terminare il lavoro che più amavo, dopo sette anni di contratti atipici presso il Dipartimento di Astronomia e Scienza dello Spazio di Firenze. Non ho mai pensato di rivendermi all’industria della guerra, avrei potuto propormi per la realizzazione di trattamenti ottici per i sistemi di puntamento ma sono pacifista e vegana. Al momento faccio la commessa ma non in maniera continuativa. Sono sposata con Massimo, un ricercatore in fisica nucleare, mio compagno di vita e di lotte. Non sono una persona elegante e dal gentile tratto in grado di farsi delle amicizie per garbo e compostezza, ho sempre preferito la sostanza alla forma. Ho imparato presto a lottare per quello in cui credo e non ho intenzione di smettere proprio adesso. Non ho mai avuto la tessera di un partito e non mi sono mai fatta pagare o rimborsare per un’attività di volontariato. Ho visto tanta ingiustizia, anche nella mia bella città e raramente sono riuscita a stare zitta. Ho una elevata capacità di risoluzione dei problemi, quello che adesso chiamano problem solving e sono così innamorata della mia Firenze che sono pronta a mettermi in gioco promettendo di prendermi a cuore tutti i suggerimenti che mi arriveranno.
Con passione,
Alessandra Giannini

P.S. Non amo le foto e questo è l’unico selfie (oggi tanto di moda) che ho trovato.
www.missbennet.it

Comments

  1. Ala, hai omesso i tuoi trascorsi come redattrice della trasmissione animalista antispecista e vegan “Restiamo animali” e la tua passione e bravura come cuoca! Ricordiamo tutti la cena “tutti vegan per Pippo” come il miglior menù mai realizzato in una cena di volontariato con cento persone a tavola…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>